conto deposito confronto 2016

Conto deposito confronto 2016: le migliori offerte

Conto deposito: libero o vincolato

Conto deposito confronto 2016: quale scegliere e perché. Il contesto attuale è caratterizzato da un generale crollo dei rendimenti. Questa dinamica coinvolge tutti gli strumenti speculativi e i prodotti finanziari. L’epoca degli interessi “abbondanti” è finita da un pezzo e in molti casi lo spettro dello “zero virgola” è una realtà consolidata.

A meno che, ovviamente, non si opti per strumenti ad alto rischio. In questo panorama così complicato, spiccano i conti deposito. Il conto deposito confronto 2016 suggerisce un assetto che, ancora una volta, tiene nonostante le difficoltà.

Perché il conto deposito è così conveniente? Il motivo è semplice: assume le migliori caratteristiche di due prodotti molto utilizzati ma che offrono pregi e difetti in entrambi i casi accentuati. I conti correnti sono molto sicuro ma hanno un rendimento molto basso.

I prodotti speculativi hanno un rendimento in genere alto (sicuramente superiore alla media) ma non sono sicuri affatto, ed espongono il proprietario al rischio di perdere il proprio capitale o vederne diminuire (in maniera anche drastica) il valore.

Conto deposito migliore

Il conto deposito è sicuro come un conto corrente e rende (quasi) come uno strumento di speculazione. Certo, va fatta una distinzione. Esistono infatti conti deposito liberi e conti deposito vincolati.

 

Nel primo caso, il proprietario ha un margine ancora ampio per l’operatività ma gli interessi sono più bassi. Nel secondo caso l’operatività è quasi nulla ma i rendimenti sono più alti. La scelta tra le due opportunità è determinata più che altro alle esigenze del cliente. E’ ovvio che la decisione dovrà ricadere giocoforza sulla categoria “libera” se vi è la necessità di utilizzare il denaro.

Conto deposito 2016: i prodotti

Il conto deposito confronto 2016 vede in prima fila quattro prodotti. Per quanto riguarda i prodotti vincolati va segnalato Rendimax First di Banca Ifis: il tasso effettivo è all’1,08% per i depositi di 30.000 euro per un anno, mentre il guadagno complessivo è di 321,90 euro.

Molto conveniente è anche Deposito Sicuro di Banca Marche, che alle stesse condizioni offre un guadagno totale di 320 euro e un tasso effettivo dell’1,07%. In questo caso, però, si paga il bollo, che equivale a 59,84 euro.

Per quanto riguarda i conti deposito liberi, spiccano Findomestic e Santander. La banca italiana propone per un deposito di 10.000 euro a un anno un guadagno complessivo di 110,71 euro e un tasso effettivo dell’1,11% (con zero spese). La banca spagnola propone invece un guadagno di 90,77 euro e un tasso effettivo dello 0,92%. Le spese aggiuntive ci sono ma si attestano su livelli piuttosto bassi (19,95 euro).

Se vuoi essere sempre aggiornato sulle migliori offerte, segui il nostro portale conto-deposito.it

 

conto deposito migliore

Conto deposito migliore: i consigli per scegliere

La tutela dei risparmi è un’esigenza fondamentale. La crisi e l’incertezza dei mercati hanno reso ancora più alta l’attenzione dedicata ai prodotti che permettono di investire – soprattutto a breve termine – e di tutelare nel medesimo tempo i risparmi dall’innalzamento dei tassi. I conti deposito rientrano in questa categoria. Trovare il conto deposito migliore è oggi essenziale se si vuole effettuare un piccolo investimento.

Tasso conto deposito migliore: quale scegliere

L’alternativa del conto deposito è una delle soluzioni migliori per tutelare i propri risparmi e per investire a breve termine. Per non sbagliare al proposito e per sottoscrivere il contratto per il conto deposito migliore è bene fare attenzione ai tassi.

Come documentarsi? Facendo esempi specifici e osservando quello che propongono i vari istituti di credito (ormai quasi tutti consentono di aprire un conto deposito).

Ipotizziamo quindi la scelta di un deposito iniziale di 10.000€ e di un vincolo di 12 mesi. Analizzando i conti deposito sul mercato è possibile inquadrare come più vantaggioso quello proposto da Findomestic, caratterizzato da un tasso effettivo dell’1,11%.

Rendimento conto deposito migliore: quale conviene di più?

Quando si punta a scegliere il conto deposito migliore si cerca di optare per quello con il rendimento maggiore. Anche in questo caso è utile fare un esempio specifico per capire cosa offre il mercato.

Ipotizziamo la scelta di vincolare 12.000€ per un periodo di 12 mesi. Qual è il prodotto con il rendimento migliore tra quelli attualmente disponibili? Il conto deposito di Banca Marche, con un guadagno netto pari a 166,92€ (tasso effettivo dell’1,39%).

Conto deposito migliore 2016: i piani da non perdere

Scegliere il conto deposito migliore significa, come appena ricordato, tenere conto di diversi fattori e cercare di analizzarli per capire quali siano quelli più importanti per le proprie esigenze.

Un prodotto che concilia diverse richieste relative ai conti deposito è quello del pacchetto Findomestic, che si contraddistingue per un tasso lordo dell’1,25%, per l’esenzione dall’imposta di bollo per i primi 12 mesi di titolarità e per la mancanza di spese di gestione, apertura e chiusura.

Ricordiamo inoltre che questo conto, grazie alla firma digitale, può essere aperto online in pochi minuti.

Conti deposito consigliati per il 2016: ecco i migliori

Esiste il conto deposito migliore? La risposta a questa domanda dipende dalle esigenze del singolo utente che, visto il successo di questi prodotti negli ultimi anni, ha la possibilità di scegliere tra un ampio numero di alternative.

Se volete aprire un conto deposito nel 2016 vi basta dare un’occhiata online per trovare il piano migliore per voi. Quali sono quelli consigliati?

Oltre al conto di Findomestic, che si distingue per flessibilità e semplicità di gestione, possiamo ricordare il conto deposito di Santander.

Come funziona? Per capirlo facciamo un esempio specifico, ipotizzando la scelta del deposito libero e il vincolo di 12.000€ per 12 mesi.

In questo caso il conto è caratterizzato da un guadagno netto di 109,21€, con un tasso lordo dell’1,50% e la gratuità dell’imposta di bollo – il cui valore minimo è 34,20€ – per il primo anno di titolarità del conto.

La capitalizzazione degli interessi è trimestrale e non sono presenti spese per la gestione, l’apertura o la chiusura del conto. Trattandosi di un deposito libero non esistono regole riguardanti la giacenza minima e quella massima.

Quali sono i piani migliori per quanto concerne i depositi vincolati? Per trovare i più vantaggiosi facciamo un altro esempio, ipotizzando il vincolo di 14.000€ per un periodo di 12 mesi.

In questo caso si può segnalare ancora una volta il conto deposito di Banca Marche, che si distingue per un rendimento di 194,74€ e per un tasso effettivo dell’1,39%.

Le opzioni di vincolo sono comprese tra i 3 – maturazione di un tasso dell’1,70% – e i 24 mesi (il che implica la maturazione di un tasso del 2,25%).

Il conto deposito Banca Marche consente una giacenza minima di 5.000€ e una massima di 3.000.000. Importante è ricordare che le somme depositate possono essere svincolate anche il giorno successivo al versamento e che vengono remunerate alla metà del tasso.

Quali tasse si pagano su un conto deposito

Quali tasse si pagano su un conto deposito?

Sapere quali tasse si pagano su un conto deposito è molto importante, dal momento che questi prodotti sono sempre più richiesti da chi punta a tutelare i propri risparmi dall’innalzamento dei tassi senza trascurare gli investimenti.

Conti deposito: ecco tutte le caratteristiche

Prima di capire quali tasse si pagano su un conto deposito vediamo le principali caratteristiche di questo prodotto. Il conto deposito è un conto corrente che prevede la possibilità di vincolare presso una banca o un intermediario finanziario una determinata somma di denaro per un lasso di tempo stabilito al momento della sottoscrizione del contratto.

Conto deposito: quali servizi sono esclusi

Altro aspetto da specificare prima di entrare nel vivo di quali tasse si pagano su un conto deposito riguarda i servizi che sono esclusi da questa tipologia di prodotto, che ha delle differenze sostanziali rispetto ai conti correnti normali.

Il conto deposito, che prevede il possesso di un conto corrente tradizionale d’appoggio, non prevede servizi come il rilascio della carta di credito, del Bancomat e del libretto degli assegni, ma neppure opzioni come la domiciliazione delle utenze e l’esecuzione di bonifici in uscita.

Conto deposito libero o conto deposito vincolato?

Non è importante capire solo quali tasse si pagano su un conto deposito, ma anche avere le idee chiare sulle caratteristiche del conto deposito libero e di quello vincolato. Come è chiaro dal nome, la prima alternativa consente di prelevare in qualunque momento i soldi depositati.

Questa opzione costituisce la scelta ideale per chi non progetta investimenti importanti e ha intenzione di gestire i propri risparmi in maniera flessibile. Il conto deposito libero non ha vincolo di tempo e, nella maggior parte dei casi, neppure limiti di rendimento.

La sicurezza di questo prodotto è garantita dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che li tutela fino a un ammontare di 1 milione di euro.

I vantaggi del conto deposito vincolato

Continuiamo questa doverosa premessa alla specificazione di quali tasse si pagano su un conto deposito parlando dei vantaggi del conto vincolato.

Quali sono? Prima di tutto la possibilità di far fruttare i propri risparmi, con tassi che partono da poco più dell’1% per le somme vincolate per i lassi di tempo minimi – generalmente corrispondenti a 3 mesi – e arrivano a volte il 2 per quelle vincolate fino a 24/36 mesi (in genere è questo il tempo massimo disponibile).

Anche il conto vincolato è oggetto della salvaguardia del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, valido per giacenze fino a 1 milione di euro.

Quali tasse si pagano su un conto deposito?

Adesso, dopo aver specificato bene le caratteristiche del prodotto, è arrivato il momento di capire quali tasse si pagano su un conto deposito. Per questi prodotti bancari è prevista un’aliquota del 26% sugli interessi maturati (prima del Decreto Renzi tale valore era pari al 20%).

Le imposte statali sui conti deposito vengono applicate sul conto d’appoggio, la cui presenza è necessaria per poter aprire il conto deposito (per l’attivazione del suddetto conto è obbligatorio effettuare un bonifico dal conto corrente tradizionale).

Tasse sul conto deposito: l’imposta di bollo

Ultimo aspetto da considerare per capire quali tasse si pagano su un conto deposito riguarda l’imposta di bollo. In questo caso è bene distinguere due situazioni, ossia le giacenze fino a 17.000€ e quelle di entità superiore. Nella prima di queste due situazioni è ancora possibile parlare della presenza di un’imposta di bollo fissa pari a 34,20€.

Per i conti deposito con giacenze superiori ai 17.000€ è stata stabilita – con un emendamento alla Legge di Stabilità 2014 – una modalità di calcolo maggiormente equa.

Che cosa prevede? L’applicazione di un’imposta pari allo 0,20% della giacenza (ritocco effettuato a partire da un precedente 0,15).

Alla definizione dell’imposta di bollo concorrono tutte le tipologie di prodotti depositati, dalle obbligazioni, alle azioni, ai fondi comuni d’investimento, fino ai derivati.

L’imposta di bollo sui conti deposito viene calcolata alla data di produzione dell’estratto conto, che può essere mensile, trimestrale, annuale o semestrale.

conto deposito Carige

Conto deposito Carige: come funziona e perché sceglierlo

Vincoli e interessi Conto deposito Carige

Il Conto deposito Carige rappresenta una buona opportunità di investimento. Una verità evidente alla luce di un semplice ragionamento. Sono finiti, infatti, in tempi in cui anche i prodotti più sicuri, come i conti correnti, offrivano rendimenti elevati.

A causa di una situazione monetaria più stabile e di una politica monetaria accorta, sono pochi gli strumenti finanziari e di investimento in grado di fruttare oltre lo zero virgola. L’alternativa è rivolgersi a prodotti ad alto rischio, che se da un lato concedono rendimenti alti, dall’altro pongono l’investitore di fronte al pericolo di perdere parte del capitale o tutta la somma investita.

In questo contesto si inserisce un prodotto che può essere considerato una via di mezzo tra un conto corrente e un prodotto speculativo: il conto deposito. Offre una buona solidità finanziaria, come il primo, e offre anche rendimenti che – anche se non elevatissimi – sono più alti della media, proprio come gli strumenti speculativi.

La caratteristica principale dei conti deposito è che fungono da conto corrente ma pongono dei limiti seri all’operatività, soprattutto nella forma vincolata, che tra le altre cose segue delle regole più stringenti per quanto riguarda la scadenza.

Conto deposito Banca Carige: un istituto da prendere in considerazione

Banca Carige è una di quelle banche che nonostante la loro diffusione in tutta Italia mantengono un approccio di tipo artigianale, quindi caratterizzato da un obiettivo nobile: non speculare (o almeno non fare solo quello), piuttosto sostenere il tessuto produttivo locale. L’istituto nasce a Genova nel 1483 ed è ancora in Liguria che opera in modo più intenso.

È una banca abbastanza in salute, come si vede dai numeri che riguardano i clienti: ha in gestione oltre due milioni tra nuclei familiari e singole persone. Conta, inoltre, circa 1.100 punti vendita sparsi entro i confini nazionali. L’offerta è molto ampia e abbraccia tutto lo spettro di prodotti che un istituto può proporre.

Rendimento conto deposito Carige: le caratteristiche

Quali sono le caratteristiche che rendono appetibile il conto deposito Carige? Già solo il nome è tutto un programma: “Rendi Oltre”, quasi a voler segnalare un rendimento superiore alla media. Da questo punto di vista, è vero, siamo leggermente sopra la media. Si parla, infatti, di un punto percentuale per ogni anno di deposito, che è più di quanto possono offrire i conti corrente ed è in linea – se non superiore – rispetto ai prodotti simili ma offerti dalla concorrenza.

Ad ogni modo, si deve ancora considerare la tassazione sugli interessi, che in Italia è aumentata (mediamente dal 20 al 26%). Certamente, su questo fronte il prodotto si difende piuttosto bene.

È sul fronte dei costi, però, che il conto deposito Carige mostra tutta la sua convenienza, e si rivela come uno dei migliori conti deposito in circolazione. Non sono infatti previste spese per l’apertura (quindi iniziali) né per la chiusura.

È possibile, inoltre, decidere al dettaglio la durata del deposito, in assoluta libertà, fermo restando che l’entità degli interessi erogati è direttamente proporzionale al tempo di permanenza del denaro all’interno del deposito.

Il conto può essere monitorato in molti modi. È possibile utilizzare il bancomat, i servizi online ed è possibile chiedere un estratto in filiale. Insomma, le possibilità sono tante.

L’unico fastidio, anche se facilmente neutralizzabile, consiste in un obbligo. Per aprire un conto deposito, infatti, è necessario possedere un conto corrente Carige, al quale il prodotto si appoggerà.

La banca ha però trasformato questo limite (condiviso da molti istituti) in una sorta di benefit. È possibile aprire più conti deposito, magari con scadenze dissimili.

In questo modo si può usufruire in modo multiplo degli interessi. L’ideale sarebbe trasferire denaro ogni tre mesi da un conto corrente a uno dei depositi, fino all’esaurimento quasi totale – per quanto provvisorio – della liquidità immediatamente utilizzabile. In questo modo si crea una sorta di sistema a rotazione dove regolarmente si liberano delle somme e, nonostante ciò, queste vengono poste a interesse.

Conto deposito Hello Bank

Conto deposito Hello Bank: Rendimenti e vincoli

Perché scegliere il Conto deposito Hello Bank? I conti deposito sono prodotti sempre più diffusi, che consentono di tutelare i propri risparmi investendo a breve termine ed evitando problemi legati all’innalzamento dei tassi.

I conti deposito si differenziano da quelli tradizionali per l’impossibilità di effettuare operazioni come bonifici e richiesta di carta di credito.

Trovare il conto più adatto alle proprie esigenze è possibile se si analizzano diverse opzioni, come per esempio il conto deposito Hello Bank.

Interessi e vincoli Conto deposito Hello Bank

Il conto deposito Hello Bank è conosciuto con il nome di Hello Money. Questo prodotto consente all’intestatario di usufruire di un tasso d’interesse lordo fino all’1,25% e, in caso di accredito dello stipendio e di versamento di almeno 3.000€, di ricevere un buono regalo Amazon pari a 150€.

Conto deposito Hello Money: perché aprirlo

Quando si sceglie un conto deposito, onde evitare di sbagliare e di vincolare i propri risparmi, è bene considerare i vantaggi. Quali sono quelli legati al conto deposito Hello Bank? Vediamoli assieme.

  • Mancanza di spese d’apertura o di oneri di gestione.
  • Possibilità di gestire comodamente tutte le operazioni online dal sito e dall’app.
  • Possibilità di usufruire di una carta di credito gratuita, con la quale prelevare e fare acquisti.

Conto deposito Hello Bank: informazioni su tassi e vincoli

Il conto deposito Hello Bank è un prodotto davvero vantaggioso, dal momento che è caratterizzato dalla presenza di una carta di credito e, contemporaneamente, dalla possibilità d’investire i propri risparmi.

Il conto Hello Money consente di avvalersi – tempo massimo pari a tre trimestri senza vincoli – di un tasso nominale lordo annuo dell’1,25%.

Hello Money: ecco come funziona

Come funziona in concreto il conto deposito Hello Bank? Ecco qualche informazione in merito.

  • Giacenze fino a 4.999€: il conto è gratuito, ma non è prevista la maturazione di tassi d’interesse.
  • Giacenze medie comprese tra i 5.000 e i 24.999€: possibilità di avvalersi di un tasso lordo dello 0,75% per tre trimestri.
  • Giacenze medie comprese tra i 25.000 e i 100.000€: possibilità di avvalersi di un tasso lordo annuo dell’1,25% per massimo tre trimestri.

Conto deposito Hello Money di Hello Bank: quanto costa ogni anno?

L’apertura di un conto deposito deve essere subordinata non solo al controllo dei tassi di rendimento, ma anche all’analisi dei costi annuali. Il conto deposito Hello Bank, non essendo un deposito tradizionale, non è tassato come questi prodotti. Questo vuol dire che i correntisti hanno la possibilità di risparmiare fino allo 0,20% in più sul valore del deposito ogni anno.

Le somme caricate sul conto Hello Bank non sono vincolate e possono essere ritirate dal correntista in qualsiasi momento.

Conto deposito Hello Bank è sicuro: ecco tutte le informazioni

La sicurezza di un conto deposito è uno dei criteri più importanti da considerare quando si sceglie il prodotto più adatto alle proprie esigenze. Cosa si può dire in merito al conto deposito Hello Bank? Che si tratta di un prodotto che garantisce la sicurezza delle operazione grazie al mobile token.

Questo è solo uno dei tanti vantaggi legati al conto deposito Hello Bank, un prodotto gestibile senza problemi in mobilità tramite smartphone e tablet.

Qual è la procedura per aprirlo? Ecco tutti i passaggi da effettuare.

  • Accesso al portale Hellobank.it.
  • Clic sul record “Apri un conto”.
  • Controllo del possesso dei requisiti (residenza in Italia, età superiore a 18 anni, possesso di uno smartphone o di un tablet, nessun contratto in essere con BNL Gruppo BNP Paribas).
  • Scelta tra conto cointestato e conto monointestato.

Per completare il processo di apertura del conto corrente Hello Bank è necessario avere a portata di mano la fotocopia della carta d’identità, la scansione del codice fiscale, la foto della firma autografa.

Il processo successivo all’inserimento dei dati riguarda il riconoscimento, che può essere effettuato in due modi, scegliendo tra la procedura via webcam e l’esecuzione di un bonifico di 10€.

Una volta completato l’iter di apertura è possibile aggiungere i servizi opzionali, scegliendo di accreditare lo stipendio o la pensione.

conto deposito rendimax

Conto deposito Rendimax, rendimenti fino al 2,60%

[Aggiornamento 13 Settembre 2016]

La crisi di questi anni ha reso sempre più centrale la necessità di tutelare i propri risparmi investendoli a breve termine, questo per scongiurare il rischio di un innalzamento eccessivo dei tassi. I conti deposito rappresentano delle alternative molto valide al proposito. L’unico modo per trovare quella più adatta alle proprie esigenze è passare in rassegna diversi prodotti, come per esempio il conto deposito Rendimax.

Conto Deposito Rendimax: 2% di tasso valido fino all’11 novembre 2016

Rendimax è il conto deposito sicuro e ad alto rendimento di Banca IFIS, che lancia una nuova promozione relativa alla soluzione vincolato Top a 18 mesi: dal 12 settembre 2016 all’11 novembre 2016 tutti coloro che attivano un vincolo a 18 mesi con liquidazione posticipata degli interessi, ricevono un tasso promozionale del 2,00% annuo lordo.

Chi non è ancora cliente rendimax e desidera approfittare della promozione, non deve far altro che aprire il conto deposito, versare una somma ed effettuare un vincolo con scadenza 18 mesi entro l’11 novembre 2016.

conto-deposito-rendimax

I già clienti, invece, possono attivare un vincolo a 18 mesi (sempre entro l’11 novembre 2016) direttamente dalla propria Area Riservata.

Soluzione Scadenza Tasso lordo
Vincolato Top 18 mesi 2,00%

Interessi Conto deposito Rendimax like

Iniziamo l’analisi delle caratteristiche del conto deposito Rendimax analizzando l’opzione like. Che cosa prevede?

  • Un rendimento lordo dell’1,05% annuo.
  • La possibilità di prenotare le somme depositate con un anticipo di 30 giorni, durante i quali gli interessi maturano comunque.
  • Disponibilità sia per persone fisiche sia per persone giuridiche.
  • Possibilità di aprirlo con una soglia minima di 1.000€.
  • Possibilità di alimentazione online tramite la propria area riservata.

Conto deposito Rendimax: la formula Family Top

Le formule di conto deposito Rendimax comprendono anche l’opzione Family Top. Di cosa si tratta? Di un conto deposito vincolato, dedicato a chi vuole investire i propri risparmi nel tempo con la sicurezza di tassi d’interesse elevati, spesso con l’obiettivo di far fronte a spese importanti a lungo termine, sempre con la sicurezza d’investire i propri capitali senza il problema dell’innalzamento dei tassi.

Il conto deposito Family Top di Rendimax comprende tre opzioni di vincolo.

Conto deposito Rendimax vincolato: tutte le opzioni

Il conto deposito Rendimax Family Top comprende le seguenti opzioni:

  • Family Top con vincolo a 3 anni.
  • Family Top con vincolo a 4 anni.
  • Family Top con vincolo a 5 anni.

Nel primo caso è possibile avvalersi di un tasso lordo annuo pari al 2,15%, con zero spese di apertura e imposta di bollo a carico dell’istituto di credito per tutto il 2016.

Rendimax, unitamente al conto deposito vincolato, offre ai propri clienti la possibilità di aprire un conto deposito libero. In questo caso si parla d’interessi pari allo 0,75% lordo (la maturazione è quotidiana e l’accredito viene effettuato con cadenza mensile).

Conto deposito Rendimax opinioni

L’apertura di un conto deposito Rendimax consente di avvalersi anche di altre alternative di vincolo. Si tratta dei già citati conti Family Top con vincolo a 4 e 5 anni. Che caratteristiche hanno questi prodotti? Vediamole nel dettaglio.

  • Conto deposito Family Top con vincolo a 4 anni: 2,30% di tasso nominale annuo lordo, zero spese di apertura, imposta di bollo a carico dell’istituto per l’anno solare 2016, possibilità di gestire tutto dalla propria area riservata sul sito ufficiale Rendimax, somma minima vincolabile pari a 1.000€.
  • Conto deposito Family Top con vincolo a 5 anni: 2,60% di tasso nominale annuo, possibilità di attivare fino a 20 vincoli sul medesimo conto deposito Rendimax, possibilità di gestire tutti gli aspetti del proprio deposito dall’area riservata sul sito ufficiale Rendimax, somma minima vincolabile pari a 1.000€, CET1 del 15,34%.

Conto deposito Rendimax è sicuro

I conti deposito, anche se a breve termine, rappresentano comunque degli investimenti. Informarsi sulla sicurezza dei conti deposito è importante, onde evitare di mettere a rischio i propri risparmi. Il conto deposito Rendimax è un prodotto sicuro? La risposta è affermativa, dal momento che è tutelato dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che garantisce sicurezza assoluta ai conti deposito con giacenza fino a 100.000€.

Ora che sono chiare tutte le caratteristiche del conto deposito Rendimax è bene approfondire le modalità da seguire per aprirlo. Prima d’iniziare la procedura è necessario controllare di avere a portata di mano il codice fiscale, un documento valido (carta d’identità o passaporto), le coordinate bancarie del conto corrente d’appoggio.

Accedendo al sito ufficiale Rendimax è possibile trovare il record “Aprilo subito”, sul quale cliccare per aprire la pagina con la modulistica da scaricare.

In caso di necessità di un chiarimento è possibile contattare il numero verde 800522122 (disponibile dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 20.00 e il sabato dalle 8.00 alle 14.00), oppure fare riferimento all’assitenza social.

conto deposito cariparma

Conto deposito Cariparma: rendimenti e condizioni

Vincoli e interessi Conto deposito Cariparma Crédit Agricole

Conto deposito Cariparma. Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza, meglio nota come Cariparma è un istituto di credito parte del Gruppo Cariparma Crédit Agricole, il decimo gruppo bancario italiano. Cariparma Crédit Agricole conta quasi 1000 filiali, mentre la Cassa è presente in otto regioni italiane.

L’offerta dedicata ai privati è particolarmente vasta e comprende, oltre a conti correnti e linee di credito, carte di credito, soluzioni di risparmio e assicurative. Nello specifico per quanto riguarda la gestione dei risparmi, Cariparma propone il conto deposito Crescideposito Più, disponibile in due versioni: a 2 e 5 anni.

La principale caratteristica del conto deposito Cariparma è che il rendimento accordato cresce con il passare del tempo. Allo stesso tempo però il cliente è libero di disinvestire, tutto o in parte, il denaro depositato in qualsiasi momento senza necessità di mantenere una giacenza minima. In caso di svincolo inoltre non sono previste penalizzazioni.

Ma i vantaggi non sono finiti. Conto deposito Cariparma Più infatti è completamente gratuito: non sono previsti costi di attivazione né spese per mantenimento, versamento o prelievo. L’unica spesa a carico del correntista è l’imposta di bollo (nella misura pro tempore vigente).

Rendimenti conto deposito vincolato Cariparma

Ma quali sono i rendimenti offerti da conto deposito Cariparma? Crescideposito Più a 2 anni garantisce rendimenti fino all’1,00% per tutte le giacenze fino a 50 mila euro.

Al di sopra di questa soglia invece è possibile ottenere interessi fino all’1,5%. Per quanto riguarda invece Crescideposito Più a 5 anni, i rendimenti vanno da un minimo dello 0,5% a un massimo dell’1,5%. Ma vediamo nel dettaglio quali sono i tassi applicati.

Crescideposito Più a 2 anni fino a 50 mila euro:

  • Fino al 6° mese incluso 0,30 %
  • Dal 7° al 12° mese incluso 0,50 %
  • Dal 13° al 18° mese incluso 0,70 %
  • Dal 19° al 24° mese incluso 1,00 %

Crescideposito Più a 2 anni per giacenza a partire da 50 mila euro:

  • Fino al 6° mese incluso 0,50 %
  • Dal 7° al 12° mese incluso 0,70 %
  • Dal 13° al 18° mese incluso 0,90 %
  • Dal 19° al 24° mese incluso 1,50 %

Crescideposito Più a 5 anni:

  • Fino al 12° mese incluso 0,50 %
  • Dal 13° al 24° mese incluso 0,80 %
  • Dal 25° al 36° mese incluso 1,00 %
  • Dal 37° al 48° mese incluso 1,20 %
  • Dal 49° al 60° mese incluso 1,50 %

Come sottoscrivere un conto deposito Cariparma

Per la sottoscrizione di è necessario un investimento minimo iniziale di 15 mila euro, tuttavia non è previsto alcun minimo di giacenza da rispettare nel corso del deposito. Nei primi 6 mesi di vincolo inoltre il titolare può versare somme integrative per aumentare il capitale in deposito.

Possono richiedere Crescideposito Più sia i nuovi che i già clienti di  Cariparma. Hanno accesso al prodotto sia i privati che le aziende. Ai fini della sottoscrizione del contratto è necessaria la presenza di un conto corrente Cariparma. Conto che dovrà essere intestato allo stesso soggetto che risulterà poi titolare del conto deposito Cariparma.

In ogni caso è necessario precisare che la Banca si riserva la valutazione dei requisiti necessari per l’attivazione del conto deposito. Quanti desiderano sottoscrivere Crescideposito Più devono recarsi presso una filiale Cariparma e presentare richiesta di apertura del conto deposito.

Per quanto riguarda la sicurezza, Crescideposito Più è un conto deposito emesso dal Gruppo Cariparma Crédit Agricole, che aderisce al fondo interbancario di tutela dei depositi. Un consorzio obbligatorio di diritto privato, riconosciuto dalla Banca d’Italia, che garantisce i titolari di conti correnti e conti deposito presso le banche consorziate per importi fino a 100 mila euro (per ogni depositante).

conto deposito banca intesa

Conto deposito Intesa SanPaolo

Conto deposito Intesa SanPaolo 2016

Conto deposito banca Intesa SanPaolo. Intesa SanPaolo è un istituto bancario nato dalla fusione di Sanpaolo e Banca Intesa. Stando ai dati del 31 luglio 2015, risulta il primo gruppo bancario italiano per capitalizzazione.

L’offerta di Intesa SanPaolo è rivolta sia ai privati che alle imprese. Sebbene vi siano diverse soluzioni dedicate a privati e famiglie, per la gestione dei risparmi, Intesa SanPaolo non ha propone alcun conto deposito. Quali sono allora le proposte alternative al Conto deposito banca Intesa SanPaolo?

Rendimenti e interessi Conto deposito Intesa San Paolo

I correntisti titolari di Conto Facile possono far fruttare le somme depositate sul conto sottoscrivendo dei buoni di risparmio. In questo modo il cliente ottiene un interesse sulle giacenze vincolate. I buoni risparmio prevedono una durata massima del vincolo pari a 24 mesi. Il tasso di interesse è variabile a seconda della durata del contratto e della somma depositata.

Conto Facile offre inoltre una vasta gamma di servizi pensati per gestire tutte le esigenze quotidiane. Il canone mensile da 8 euro include:

  • domiciliazione delle utenze domestiche
  • libretti degli assegni illimitati
  • accredito dello stipendio o della pensione.

È possibile inoltre ottenere una carta Bancomat con canone zero per ogni intestatario del conto.

E fino al 29 febbraio 2016 è attiva la promozione che permette di ridurre il costo del canone mensile. Tutti i clienti che aprono Conto Facile entro tale scadenza avranno il canone azzerato per i primi sei mesi.

Decorsi i sei mesi di gratuità, il canone mensile è:

  • Pari al 50% (4 euro al mese anziché 8) se al conto sono associati almeno tre prodotti a scelta fra Carta Nextcard, accredito dello stipendio, Carta di credito, Telepass Family, Piano di accumulo o polizze assicurative.
  • Nullo se sono collegati al conto corrente almeno cinque prodotti a scelta fra Carta Nextcard, accredito dello stipendio, Carta di credito, Telepass Family, Piano di accumulo o polizze assicurative.
  • Nullo se il cliente collega al conto un servizio di gestione portafogli della gamma Gestioni Patrimoniali di Eurizon Capital SGR.

Il canone è nullo anche se il titolare del conto ha un’età compresa tra 18 e 26 anni (non compiuti).

Libretti e conto deposito banca Intesa interessi

In alternativa, è possibile ricorrere ai libretti di risparmio Intesa SanPaolo. L’offerta si divide in due prodotti: Libretto Flash e Libretto Pensione per Te. Il primo è dedicato ai ragazzi con meno di 17 anni, mentre il secondo è pensato per rispondere alle esigenze dei titolari di pensioni.

Tra i due il più redditizio è senza dubbio il Libretto Flash, che offre un tasso annuo nominale lordo pari all’1,00% e prevede un limite massimo di giacenza pari a 4.999,99 euro. Si tratta di un prodotto dedicato ai genitori che desiderano accumulare risparmi per i propri figli.

Allo stesso tempo però, dopo aver compiuto 12 anni, il bambino cui è intestato il libretto può iniziare a gestire le somme depositate nel libretto, seppur nel rispetto dei limiti prestabiliti dai tutori.

Contestualmente, i genitori dei figli con almeno 12 anni possono richiedere l’attivazione gratuita dei servizi di internet banking e mobile banking o della Carta Libretto. Quest’ultima è una carta magnetica che consente di effettuare prelievi e versamenti direttamente presso gli sportelli automatici delle Banche del Gruppo Intesa SanPaolo.

Pensione per Te invece è un libretto di deposito a risparmio riservato ai titolari di trattamenti pensionistici. Il tasso di interesse applicato è pari allo 0,010% e non sono previste spese di apertura né di gestione.

Anche in questo caso è possibile richiedere la Carta Libretto, che consente di:

  • prelevare contante dal libretto di deposito
  • versare contanti e assegni direttamente sul libretto
  • controllare i movimenti e il saldo.
conto deposito credem

Conto deposito Credem: rendimento all’1,50%

Conti deposito Credem: Rendimenti e Interessi

Il conto deposito CREDEM è un’ottima alternativa di investimento. Il motivo risiede nelle caratteristiche particolari di questo prodotto. In un periodo, come quello attuale, in cui è veramente difficile trovare strumenti finanziari in grado di produrre rendimenti vantaggiosi, se non a un rischio davvero elevato, sta acquisendo una certa importanza un’alternativa sui generis: il conto deposito.

Si distingue dagli altri perché si pone a metà strada tra uno strumento speculativo e un conto corrente.

Del primo commuta i rendimenti elevati, se non in altro in riferimento alle scadenze (spesso brevi) e in confronto ai conti correnti. Del secondo invece prende la stabilità, e la quasi totale assenza di rischio. Il conto deposito sta riscuotendo successo perché si è rivelato in grado di soddisfare un bisogno preciso, e altrimenti lasciato inappagato: godere di rendimenti elevati, o in ogni caso non bassissimi, senza correre rischi eccessivi.

Il conto deposito è uno strumento piuttosto personalizzabile. Il cliente può scegliere tra varie alternative, che hanno come protagonisti alcuni criteri: la possibilità di interagire con il denaro depositato, la scadenza, l’eventuale ritiro primo del termine naturale.

In base a questi elementi, il prodotto si divide in due categorie: da un lato i conti deposito liberi e dall’altro i conti deposito vincolati. I primi consentono un controllo più saldo sul denaro riposto nel conti, i secondo non lo consentono, se non in misura molto contenuta.

Conto deposito online Credem: uno strumento vantaggioso

Il conto deposito CREDEM ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi. E’ comunque uno strumento molto sicuro, anche perché la banca di riferimento lo è (nonostante abbia un rating di BBB-). Il nome per esteso è Credito Emiliano ed è stato fondato nel 1910 (all’epoca si chiamava Banca Agricola Commerciale di Reggio Emilia). Attualmente è presente in 19 regioni su 20, ha 46 negozi finanziari e si avvale dell’opera di oltre 830 promotori finanziari. E’ quotata alla Borsa di Milano da circa 18 anni, mentre nel 2000 ha differenziato i suoi prodotti, dividendoli in “privati” e “imprese”.

Come tanti altri istituti di credito del paese, offre un servizio online, dal quale è possibile acquistare prodotti finanziari o aprire conti (come il conto deposito CREDEM). All’istituto vengono riconosciuti alcuni pregi. In primo luogo la gamma di prodotti è estremamente completa, coprendo l’ampio spettro di possibilità che il panorama creditizio concede. E’ diffusa anche una percezione positiva circa la capacità di venire incontro al cliente e di assisterlo nel suo percorso di investimento.

Rendimento conto deposito Credem

Cosa offre il conto deposito CREDEM? Sotto alcuni punti di vista, non offre elementi particolarmente innovativi. Da un altro punto di vista, invece, si tratta un prodotto in grado di emergere rispetto alla massa.

Nello specifico, è un conto deposito che è sì libero, ma che offre rendimenti molto simili alle alternative vincolate. Inoltre, non impone spese inziali ma solo quella di bollo, che corrisponde allo 0,20% del capitale depositato.

Infine, va segnalata una promozione: per tutti i prossimi conti depositi a tre mesi, fino a data destinarsi il rendimento è fissato all’1,50%, che è una percentuale che raramente si vede per scadenze così brevi.

L’unica noia, dal punto di vista amministrativa, è rappresentata dall’obbligo di aprire un conto corrente CREDEM, che farà da base a quello deposito.

Per quanto riguarda i rendimenti, il discorso dipende principalmente dalla scadenza. Se la scadenza è a 4 mesi, il rendimento è dello 0,50%. Se la scadenza è a 6 mesi, il rendimento non cambia. E’ allo 0,50%, invece, se la scadenza è fissata a due anni. In questo caso viene rilasciata una cedola trimestralmente.

Svincolo conto deposito anticipato

È possibile svincolare il conto in anticipo, liberando le somme. In questo caso si paga una penale, ma non altissima. La percentuale è fissata allo 0,033% ma si segnalano le penali minime. Questa è di 100 euro per conti inferiori ai 24 mesi, per gli altri è di 500 euro.

Dobbiamo infine rilevare che l’importo minimo è di 5.000 euro, mentre quello massimo è di un milione.

Conto deposito Deutsche Bank

Conto deposito Deutsche Bank: rendimenti e spese

Interessi e Vincoli Conto Deposito Deutsche Bank

I conti deposito, siano liberi sia vincolati, rappresentano dei prodotti molto richiesti, dal momento che la crisi di questi anni ha reso sempre più forte la necessità d’investire i propri risparmi a breve termine, tutelandosi in caso d’innalzamento dei tassi.

Per capire quale sia il conto deposito più adatto alle proprie esigenze c’è solo una soluzione, ossia passare in rassegna il maggior numero possibile di alternative e approfondirne le caratteristiche tecniche. Tra i tanti prodotti di questa natura è utile analizzare il conto deposito Deutsche Bank.

Conto deposito Deutsche: tutte le caratteristiche

La formula principale di conto deposito Deutsche Bank è il conto Deutsche Bank Easy, ex conto Presti Tempo. Quali sono le sue caratteristiche più importanti? Ricordiamo prima di tutto un rendimento dello 0,25% lordo annuo su tutte le somme depositate (questo vuol dire che il rendimento netto corrisponde allo 0,19%).

Un altro vantaggio è costituito dalla mancanza di spese di apertura, gestione e trasferimento di denaro.

Conto deposito Deutsche Bank: altre informazioni su Easy

Il Conto Deposito Deutsche Bank Easy si contraddistingue anche per la mancanza di vincoli e per l’alto livello di sicurezza. Come tutti i prodotti di questa natura, anche il conto deposito offerto da Deutsche Bank è garantito dal Fondo Interbancario di tutela dei depositi fino a una somma pari a 103.291€.

Conto deposito online Deutsche Bank: chi può aprirlo?

Dopo aver analizzato le principali caratteristiche tecniche del conto deposito Deutsche Bank Easy è bene capire i requisiti per aprirlo. Il Conto Deposito Deutsche Bank Easy può essere aperto unicamente dai titolari di db contocarta (si ricorda che la suddetta carta è l’unico mezzo tramite il quale possono avvenire movimenti in uscita).

Altri punti importanti che è bene avere presenti sono l’impossibilità di cointestazione e quella di richiedere l’apertura del conto da parte dei soggetti con un rapporto di conto corrente con Deutsche Bank spa.

Vediamo adesso nel dettaglio tutte le procedure utili all’apertura del conto corrente deposito Easy.

Deutsche Bank conto deposito libero: ecco come aprirlo

Quale procedura seguire per l’apertura del Conto Deposito Deutsche Bank Easy? Prima di tutto è necessario accedere al sito dbeasy.it, dal quale è poi possibile scaricare il modulo di richiesta, che va letto, compilato, firmato e consegnato.

Le modalità di consegna disponibili sono le seguenti:

  • Invio postale del modulo presso la sede centrale di Deutsche Bank in Piazza del Calendario a Milano.
  • Consegna a mano del modulo presso uno sportello Deutsche Bank Easy abilitato all’apertura dei conti deposito.

Conto deposito Deutsche Bank finanzaonline: come funziona?

Adesso è arrivato il momento di entrare nel vivo del funzionamento di Conto Deposito Deutsche Bank Easy. Il titolare del conto deposito DB Easy ha la possibilità di alimentarlo quando vuole, tenendo conto del rispetto della soglia massima di giacenza.

Le modalità di alimentazione sono le seguenti:

  • Giroconto da db carta.
  • Bonifico in entrata (questa operazione può essere disposta anche da terzi).

Il conto deposito DB Easy non consente di effettuare prelevamenti in contanti: i prelievi sono consentiti unicamente da db carta. Il portale db interactive costituisce il principale punto di riferimento per eseguire tutte le operazioni online, ovviamente in modalità sicura e riservata.

Qui è possibile accedere alla propria area personale previo inserimento di codice utente e PIN, e gestire in mobilità tutto quello che riguarda il conto deposito DB Easy, rimanendo informati su tutte le opzioni tecniche disponibili grazie alla possibilità di scaricare i fogli informativi.

Deutsche Bank conto deposito: le condizioni complete

I vantaggi del Conto Deposito Deutsche Bank Easy si possono comprendere solo visionando le condizioni complete del prodotto, che prevedono i seguenti punti:

  • Interessi maturati giornalmente e accreditati con cadenza trimestrale.
  • Ritenuta fiscale sugli interessi pari al 26%, come previsto a norma di legge.
  • Giacenza minima pari a 50.000€.
  • Tasso netto corrispondente allo 0,19%.

Tra gli aspetti positivi del conto deposito DB Easy è possibile citare ancora una volta la mancanza di vincoli e la possibilità di sottoscrivere un contratto a tempo indeterminato con l’istituto di credito.

In caso di cessazione del contratto relativo a db contocarta viene automaticamente prodotta la cessazione del rapporto legato a DB Conto Easy.

Conto deposito Widiba: 2,5% sulle somme vincolate 12 mesi

Conto deposito Widiba condizioni e rendimenti

Conto deposito Widiba: garanzie e rendimenti. Widiba, banca online del Gruppo Montepaschi, offre un conto corrente online con diverse linee di rendimento per le somme sia libere che vincolate. Scegliendo la linea libera il correntista ha un rendimento garantito dello 0,25% sulle somme in giacenza.

Per le linee vincolate invece sono previste 5 pezzature, a cui corrispondono altrettanti tassi di interesse:

  • 3 mesi – 1,10%
  • 6 mesi – 1,30%
  • 12 mesi – 1,50%
  • 18 mesi – 1,70%
  • 24 mesi – 1,90%.

Grazie alle funzionalità online, sia web che mobile, è possibile controllare e gestire le somme depositate anche in mobilità. Tutte le linee di rendimento prevedono attivazione a chiusura gratis. Per quanto riguarda gli interessi, in caso di somme vincolate la liquidazione è posticipata, mentre a chi sceglie linea libera sono accreditati con cadenza trimestrale.

Ma facciamo un esempio pratico dei possibili rendimenti di conto deposito Widiba. Per una somma di 5 mila euro si avrà un interesse netto pari a 10,11 euro per deposito di 3 mesi, mentre se vincolata per 6 mesi la stessa somma rende 24,05 euro netti. Allo stesso modo per i vincoli da 12, 18 e 24 mesi si avranno rendimenti netti rispettivamente di 55,50, 94,18 e 140,41 euro.

Va precisato che per le linee vincolate l’importo minimo previsto è di mille euro. Per quanto riguarda il rischio dell’investimento, ricordiamo che Widiba aderisce al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi. Ogni correntista gode quindi di una copertura fino a 100 mila euro.

Conto deposito Widiba è sicuro e offre rendimenti fino al 2,5%

Attualmente è in corso “Fai crescere i risparmi”, l’iniziativa che prevede l’applicazione di un tasso di interesse promozionale per i nuovi clienti che sottoscrivono la linea vincolata a 12 mesi. Ma vediamo nel dettaglio quali sono i vantaggi dell’offerta.

  • Tasso promozionale del 2,00% annuo sui vincoli a 12 mesi sottoscritti dai nuovi clienti che aprono conto Widiba.
  • Tasso promozionale del 2,50% annuo sui vincoli a 12 mesi per i nuovi clienti che aprono il conto e procedono alla chiusura di un altro conto corrente presso un’altra banca (esclusione di quelle appartenenti al Gruppo Monte dei Paschi di Siena) entro il 15 gennaio 2016.
  • Rimborso dell’imposta di bollo su deposito titoli 2015 e 2016 (per tutti gli strumenti finanziari detenuti su Deposito Titoli Widiba), per i nuovi clienti che attiveranno il servizio Prestito Titoli entro il 15 gennaio 2016 e lo manterranno attivo fino alla fine del prossimo anno.

Ricordiamo che la promozione si riferisce solo ai nuovi clienti che completano la richiesta di apertura Conto Widiba (sino a ricevere il codice IBAN) tra il 5 novembre e il 23 dicembre 2015.

Come aprire conto deposito Widiba: la procedura online

Come aprire conto deposito Widiba? La procedura di richiesta è completamente online e deve essere condotta tramite il sito ufficiale della banca ( www.widiba.it). Selezionando dalla home page il bottone “apri il conto” il sistema apre un modulo di richiesta online in cui oltre ai dati anagrafici, l’utente deve inserire indirizzo email, numero di cellulare e codice fiscale.

Necessaria anche una copia di un documento di identità in corso di validità. Per quanto riguarda il riconoscimento del nuovo correntista, questo può avvenire sia tramite bonifico (inviato da un altro conto corrente intestato al richiedente) che  in una filiale MPS. In alternativa è possibile richiedere il riconoscimento via webcam.

Tuttavia è necessario precisare che il perfezionamento dell’apertura del conto (ossia la firma del contratto) avviene solo a fronte dell’accettazione della richiesta di apertura da parte di Banca Widiba.

La richiesta di apertura del conto è infatti soggetta alla valutazione della banca. In altre parole, il completamento della procedura di richiesta da parte del potenziale cliente non implica necessariamente l’apertura del conto.

conto deposito bnl

Conto deposito Bnl Safety Cash: rendimenti e garanzie

Interessi e Rendimenti Conto deposito Bnl

Analizzando le varie sezioni dedicate al cliente dal sito Bnl appare chiaro che non esiste un conto deposito Bnl, nonostante diversi siano gli strumenti finanziari utili ad investire il capitale dei clienti ottenendo un rendimento sicuro e garantito

Bnl è uno dei principali gruppi bancari italiani che vanta 98 anni di storia professionale alle spalle e oltre 43 mila imprese. Società entrata solo nel 2006 a far parte del gruppo BNP Paribas, leader europeo dei servizi bancari e finanziari a livello mondiale.

Tra le principali offerte dedicate ai clienti troviamo conti correnti per tutte le tipologie di necessità, carte di debito e di credito appartenenti a circuiti internazionali, mutui a tasso fisso o variabile per acquisto o ristrutturazione di immobili, oltre alle diverse soluzioni di risparmio e investimento.

Vincoli Conto deposito di Bnl

Il certificato di deposito Bnl è una delle soluzioni simili al conto deposito Bnl che potrà essere emesso solamente a scelta del richiedente o del portatore per nomina, che in questo caso potrà essere considerato a tutti gli effetti un titolo di credito.

Ulteriore soluzione proposta ai clienti in sostituzione dei tradizionali conti deposito è rappresentata dai libretti di risparmio. Tramite questa soluzione la banca provvederà ad acquistare le somme depositate dal cliente, obbligandosi a restituire nuovamente al cliente tramite deposito libero, o alla scadenza di un eventuale vincolo.

Il libretto di risparmio consente ai clienti di effettuare tutte le operazioni sulle somme versate, tramite presentazione dello steso libretto presso una delle filiali Bnl.

Con il libretto risparmio sarà possibile congelare una somma di denaro per un periodo limitato di tempo, la cui durata determina la maturazione degli interessi che saranno capitalizzati con periodicità annuale. In questo caso il vincolo applicato al capitale può essere di 6 o 12 mesi.

Il libretto di risparmio potrà essere sottoscritto sia nella versione normativa che nella versione al portatore, in entrambe i casi la giacenza obbligatoria dovrà superare i 999,99 euro.

Conto deposito Bnl Safety Cash new cash

Tra le soluzioni proposte da Bnl per i clienti che vogliono investire il proprio capitale in totale sicurezza troviamo Safety Cash, un certificato di deposito nominativo riservato sia ai nuovi clienti che ai clienti in nuova liquidità.

Safety Cash è un titolo di credito che prevede la raccolta a breve e medio termine di capitali che producono interessi che potranno essere corrisposti dalla banca semestralmente.

È possibile che il cliente richieda l’estinzione anticipata totale o parziale prima della scadenza, ma solo dopo che siano trascorsi almeno 6 mesi dalla sottoscrizione. Se portato alla scadenza del vincolo permette ai clienti di ricevere un bonus che sarà calcolato sulla durata del vincolo, a scelta tra 6,12 o 24 mesi.

Per poter sottoscrivere un contratto con Safety Cash sarà necessario presentare un conto corrente d’appoggio presso la stessa banca, di cui il cliente dovrà essere titolare o cointestatario. Conto corrente d’appoggio utile per la liquidazione degli interessi maturati.

Il versamento delle quote capitali su Safety Cash potrà essere effettuato solamente nei primi sei mesi di apertura conto, accredito che nel caso di nuovi clienti riguarderà solo le somme presenti sul conto d’appoggio. Mentre in caso di new cash non potrà essere alimentato con somme già presenti sul conto d’appoggio al momento della sottoscrizione.

Safety Cash consente il versamento di somme di denaro di almeno 10 mila euro, ma non sono previste spese per l’apertura o gestione del conto. La sottoscrizione del conto Safety Cash prevede una maturazione di interessi a tasso fisso.

Interessi Conto Deposito BNL 2016: Safety Cash

Per tutti i conti Safety Cash a breve termine fino a 18 mesi, gli interessi applicati saranno calcolati in regime di capitalizzazione semplice sulla base dell’anno civile, mentre per i periodi a medio termine ovvero uguale o maggiore di 18 mesi, gli interessi verranno calcolati sulla base dell’anno commerciale.

Anche il conto Safety Cash offre una maggiore garanzia ai clienti che lo sottoscrivono in quanto è coperto dal Fondo interbancario di tutela dei depositi, che prevede una copertura massima del capitale fino a 100.000 euro per depositante e istituto di credito.

conto deposito youbanking

Conto deposito YouBanking: Interessi e Rendimenti

I conti deposito rappresentano un prodotto sempre più richiesto negli ultimi anni, dal momento che la crisi ha reso necessaria la tutela dei propri risparmi e la scelta d’investire sul breve termine, onde evitare l’eccessivo innalzamento dei tassi. Il conto deposito YouBanking, un prodotto del Banco Popolare, consente di avvalersi di questi vantaggi e di usufruire di un’importante flessibilità.

Conto deposito YouBanking 2016: opinioni

Perché aprire il conto deposito YouBanking? Prima di tutto perché consente di usufruire in anticipo degli interessi maturati sulla somma depositata, poi perché permette ai clienti di aprire più vincoli nel medesimo tempo e di scegliere tra numerose alternative per quanto riguarda le opzioni temporali.

Interessi Conto deposito YouBanking di Banco Popolare

Quando si sceglie l’istituto di credito presso il quale aprire un conto deposito è fondamentale avere le idee chiare sui rendimenti e sulle possibilità di vincolo. Ecco le informazioni principali in merito per quanto riguarda il conto deposito YouBanking:

  • Vincoli fino a 9 mesi: tasso d’interesse lordo pari allo 0,75%.
  • Vincoli fino a 12 mesi: tasso d’interesse lordo pari allo 0,90%.
  • Vincoli fino a 18 mesi: tasso d’interesse lordo pari all’1%.

Vincoli e Rendimenti Conto deposito YouBanking

Prima di aprire un conto deposito è fondamentale informasi sui tassi, ma è anche bene avere le idee chiare sulle modalità di gestione tecnica, così da riuscire a sfruttare al massimo le potenzialità del prodotto. Cosa si deve sapere in merito per quanto riguarda il conto deposito YouBanking? Ecco tutte le regole e i principali vantaggi:

  • Somma minima vincolabile pari a 5.000€.
  • Possibilità di vincolare cifre superiori anche se non si tratta di multipli di 5.000.
  • Già ricordata possibilità di effettuare più vincoli contemporaneamente, anche più di uno nella stessa giornata.
  • Possibilità di usufruire del medesimo tasso stabilito al momento del vincolo. Questo vantaggio è valido anche in caso di modifiche successive dovute alle variazioni di mercato.

Conto deposito YouBanking 2016: altri vantaggi da non perdere

Perché scegliere il conto deposito YouBanking? Come abbiamo già ricordato, questo prodotto consente di scegliere tra diverse durate di vincolo, di avere gli interessi in anticipo, ma anche di prelevare le somme depositate senza alcun costo.

Un particolare importante è la giacenza massima illimitata, che rende questo conto deposito un prodotto molto valido per chi vuole gestire il risparmio familiare (si ricorda che il numero massimo d’intestatari è pari a 2).

Conto deposito YouBanking finanzaonline: chi può aprirlo e cosa succede in caso di ritiro anticipato delle somme

Quali sono i requisiti per l’apertura del conto deposito YouBanking? Per usufruire dei vantaggi di questo prodotto è sufficiente essere titolari di un conto d’appoggio, dal quale far partire il denaro dedicato al conto deposito.

Quando si apre un conto deposito e si decide d’iniziare a gestirlo è bene informarsi su cosa succede in caso di ritiro anticipato delle somme vincolate. Per quanto riguarda il conto YouBanking di Banco Popolare possiamo prendere come esempio la scelta iniziale di vincolare una somma pari a 8.000€ per un tempo di 18 mesi, con tasso lordo annuo dello 0,75%.

Prendendo per presupposto la scelta di ritirare la suddetta somma dopo 5 mesi, il correntista titolare del deposito tornerebbe in possesso di una somma corrispondente a 7.933,58€. Da cosa deriva questo risultato? Dalla differenza tra gli 8.000€ originariamente depositati e gli interessi maturati e corrisposti in anticipo, corrispondenti a 66,42€.

Il tasso base già ricordato nei paragrafi precedenti è valido anche per quanto riguarda la remunerazione in caso di svincolo anticipato.

Conto YouBanking: cosa sapere sui rischi e come aprirlo

Il conto deposito YouBanking è sicuro? Rispondere a questa domanda è importante se si punta a tutelare i propri risparmi dai rischi del mercato. Per quanto riguarda il conto deposito di Banco Popolare valgono le medesime misure di tutela che vengono applicati agli altri prodotti di questa natura, che possono avvalersi della garanzia del Fondo interbancario di tutela dei depositi per cifre inferiori a 100.000€.

Concludiamo specificando che il conto deposito YouBanking può essere aperto in pochi minuti accedendo al portale YouBanking.com e cliccando sul record “Aprilo subito”. Dopo questo step è necessario compilare i moduli con i propri dati, spedirli, e inviare un bonifico di riconoscimento dal proprio conto d’appoggio (somma minima di 100€).

conto deposito intesa sanpaolo

Interessi Conto deposito Intesa Sanpaolo

In questi anni di crisi è diventata sempre più sentita la ricerca di alternative per investire e proteggere i propri risparmi a breve termine, evitando l’innalzamento dei tassi. A tal proposito è utile passare in rassegna le caratteristiche di diversi prodotti, come per esempio le opzioni conto deposito Intesa Sanpaolo.

Interessi Conto deposito Intesa Sanpaolo 2016

Quando si parla di conto deposito Intesa Sanpaolo non si inquadra un’opzione uguale ai tradizionali conti deposito. Questo istituto di credito offre infatti la possibilità di aprire libretti di risparmio, prodotti che permettono d’investire in maniera sicura e a termine abbastanza breve.

Conto deposito Banca Intesa Sanpaolo: il libretto Flash

La prima alternativa di conto deposito Intesa Sanpaolo che prendiamo in esame è il libretto Flash. Questo prodotto si rivolge ai genitori di accumulare risparmi per i propri figli in vista del futuro.

Grazie a questa tipologia di libretto di risparmio, i ragazzi dai 12 anni in su hanno la possibilità di gestire autonomamente parte dei propri risparmi, ovviamente con la supervisione del genitore o del tutore che ne fa le veci.

L’apertura di questo libretto è gratuita e consente di avvalersi di un tasso lordo annuo pari all’1%.

Conto deposito Intesa Sanpaolo privati: altre informazioni sul libretto Flash

Quali sono i vantaggi dell’apertura del conto deposito Intesa Sanpaolo Flash?

  • La già ricordata mancanza di spese di apertura
  • La mancanza di oneri in caso di chiusura
  • La gratuità dell’invio delle comunicazioni cartacee periodiche
  • Il limite massimo di giacenza pari a 4.999.99€.

Conto deposito Intesa Sanpaolo: il libretto Pensione per Te

Il conto deposito Intesa Sanpaolo conosciuto con il nome di Libretto Pensione Per te è un prodotto dedicato ai clienti titolari di un trattamento pensionistico e non intenzionati ad avere un conto corrente.

Grazie al prodotto in questione è comunque possibile disporre dei propri risparmi in maniera rapida, prelevando le somme depositate grazie all’apposita Carta Libretto. La titolarità di un Libretto Pensione per te consente inoltre di versare contanti sul proprio deposito attraverso qualsiasi sportello Banca Intesa.

Conto di deposito Intesa Sanpaolo: le condizioni di Pensione per Te

Quali condizioni prevede la gestione del conto deposito Intesa Sanpaolo Pensione Per te? Ricordiamo prima di tutto la mancanza di costi di apertura, poi il tasso annuo nominale pari allo 0,010%, al lordo delle imposte vigenti. L’apertura di questo conto deposito è molto vantaggiosa anche per la gratuità dell’invio dei rendiconti periodici, per la mancanza di oneri di chiusura e per l’imposta di bollo di volta in volta aderente alle disposizioni della normativa vigente.

Conto deposito titoli Intesa Sanpaolo: tutto quello che c’è da sapere

Ultimo ambito da prendere in considerazione in merito a conto deposito Intesa Sanpaolo è il prodotto dedicato ai titoli. In questo caso è particolarmente utile informarsi e fare attenzione alle caratteristiche tecniche, dal momento che si tratta di un prodotto soggetto alle variazioni della Borsa.

Sui fogli informativi presenti sul sito dell’istituto è possibile trovare tutte le informazioni in merito e informarsi sulle varie commissioni.

Gli istituti di credito devono impegnarsi sempre di più a personalizzare l’offerta, consentendo ai propri correntisti di tutelare i propri risparmi in maniera agevole. Banca Intesa Sanpaolo pensa anche a questo, permettendo ai nuovi clienti di avvalersi di un’opzione di deposito titoli grazie al prodotto Buoni di Risparmio, una soluzione che consente, in soli 4 mesi, di vedere i frutti del proprio investimento, grazie a un tasso nominale annuo pari all’1,65%.

Ecco nel dettaglio come funzionano i Buoni di Risparmio:

  • Possibilità di applicare il tasso su una somma non inferiore a 5.000€.
  • Obbligatorietà della residenza in Italia del correntista.
  • Possibilità di estinzione anticipata con riduzione del 50% degli interessi maturati.
  • Necessità di attenersi all’applicazione della ritenuta fiscale pro tempore vigente.

Per avere un esempio chiaro del funzionamento del prodotto si può ipotizzare il vincolo per 4 mesi di una somma pari a 50.000€. Con il già citato tasso lordo dell’1,65%, è possibile vedere, scaduto il lasso di tempo limite, un interesse lordo di 275€.

Per attivare tutte le opzioni di conto deposito Banca Intesa Sanpaolo è sufficiente accedere al sito internet del gruppo e prendere appuntamento presso la filiale più vicina.

Conto deposito Fineco

Conto deposito Fineco CashPark Open

Interessi Conto deposito Fineco

Diretta dal Gruppo Unicredit la Fineco già dal 1999 ha dato il via al primo servizio di trading online in territorio italiano, oltre a offrire una vasta gamma di prodotti finanziari tra i quali presenta le migliori offerto di conto deposito Fineco.

Fineco online propone una doppia versione dei conti deposito dedicati ai risparmi dei propri clienti che scelgono Fineco per i propri investimenti sicuri, CashPark Open e CashPark Save.

Conto deposito con Fineco: CashPark Open

CashPark open è un conto deposito Fineco disponibile esclusivamente per i clienti in possesso di un conto corrente Fineco. Conto deposito per il quale non sarà previsto alcun costo di apertura o gestione conto, ad eccezione dell’imposta di bollo definita per legge o per invio opzionale della documentazione in forma cartacea presso il proprio domicilio.

CashPark open potrà essere attivato solo a fronte di un saldo dal conto corrente di almeno 5.000 euro, somma che potrà essere depositata sul conto a deposito per un mese, periodo durante il quale le somme versate resteranno disponibili al cliente che potrà prelevarli senza perdere gli interessi maturati.

CashPark Open prevedere un vincolo mensile con un tasso di interessi applicato alle somme pari allo 0,50% lordo annuo. Ogni titolare di un conto che ha deciso di investire i propri risparmi su CashPark Open potrà richiedere  il rinnovo del vincolo ogni mese, ad eccezione del caso in cui si sia in presenza di un saldo negativo sul conto corrente collegato a CashPark Open.

Conto deposito vincolato Fineco

CashPark Open consente di reinvestire le somme alla scadenza del vincolo ma solo se il tasso di interesse non sia inferiore rispetto a quello corrisposto al momento della sottoscrizione del contratto. Opzione di rinnovo automatico che potrà essere disattivata in qualsiasi momento, basterà trasferire le somme al conto corrente ad esso connesso.

In qualsiasi momento il titolare del conto potrà svincolare le somme trasferite sul conto senza necessariamente perdere gli interessi maturati, trasferimento che potrà essere anche solo parziale. Non è previsto infatti un numero limite di svincoli effettuabili al CashPark Open attivo.

Rendimenti Conto deposito Fineco online

Tra le ulteriori offerte di conto deposito Fineco non possiamo non citare anche Cashpark Save che consente al cliente che ha già un conto corrente Fineco di investire i propri risparmi parcheggiandoli per una durata pari a 12 mesi.

Il conto deposito Fineco CashPark Space è disponibile in due versioni al cliente, una versione svincolabile che permette di trasferire sul proprio conto corrente le somme vincolate anche prima della scadenza, e la versione vincolata per il quale non è previsto il trasferimento delle somme in anticipo.

Se si sceglie la versione svincolata sarà possibile prelevare in qualsiasi momento le somme versate, anche totali o parziali ciò però comporta la rinuncia in tutto o in parte degli interessi maturati fino al momento del prelievo del denaro.

Come funziona CashPark Save

CashPark Save potrà essere attivato esclusivamente se il titolare del conto corrente decida di versare su conto corrente almeno un importo pari a 5.000 euro, la cui base di calcolo per gli interessi maturati sarà pari a 365 giorni.

Inoltre per coloro i quali aspirano a un maggiore rendimento dei propri investimenti potranno sottoscrivere entro il 31 gennaio 2016 CashPark Investing, una selezione dei migliori fondi esclusivi per tutti i clienti di Fineco.

Le somme che verranno versate non potranno essere utilizzate dal titolare per coprire addebito di carte di credito o per pagare assegni, inoltre una volta sottoscritto il contratto di vincolo non potranno essere modificati i valori attribuiti agli interessi applicati.

Ogni cliente potrà scegliere un importo di minimo 10.000 euro per il proprio piano, così che ogni mese Fineco possa trasferire in automatico una quota dal conto deposito CashPark al sistema Core Series scelto dal titolare fino ad una scadenza di 24,36,48 o 60 mesi.

Tramite questo sistema sarà possibile investire bilanciando gli sbalzi del mercato finanziario affrontando investimenti sicuri ma cercando risparmiare, ma soprattutto ottenendo un rendimento dalla liquidità vincolata dal conto CashPark.