Come funzionano i conti deposito

Come funzionano i conti deposito: panoramica delle offerte

Conto deposito: uno strumento molto utile

Il panorama creditizio, almeno dal punto di vista dei rendimenti, è compromesso da politiche monetarie che ovunque sono ultra-espansive. Se i tassi di riferimento, per esempio, sono vicini allo zero, anche gli interessi di tutti gli altri strumenti di investimento (un po’ come l’effetto domino) sono bassi. Il problema per gli investitori, dai pesci grossi ai piccoli risparmiatori, è rappresentato dall’impossibilità di generare profitto a partire dal proprio capitale. In questo contesto, i conti deposito si difendono ancora molto bene. Come funzionano i conti deposito? Cosa offrono nello specifico?

Come funzionano i conti deposito: rischi e rendimenti

La scelta, attualmente, è tra sicurezza e rendimento. E’ un bivio molto pericoloso, che pone in essere dei rischi notevoli a prescindere dalla decisione che viene presa. In breve, è possibile affermare che oggi solo i prodotti con un alto profilo di rischio offrono rendimenti soddisfacenti. Da un certo punto di vista è vero, ma dall’altro esistono alcuni strumenti, come i conti deposito appunto, capaci di offrire sia la sicurezza e il rendimento.

Sia chiaro, si parla sempre di un paio di punti percentuali, ma comunque di gran lunga superiore a quella dei conti correnti, che mettono in campo degli squallidi zero virgola. Anche perché, i due prodotti sono strettamente legati, il conto deposito è una evoluzione più redditizia del conto corrente, di cui conserva gli elementi di sicurezza e affidabilità.

Conti depositi: differenza tra liberi e vincolati

Il conto deposito può essere definito come un conto corrente che offre una dose minore di operatività e, in cambio, mette a disposizione rendimenti più elevati. È uno strumento molto flessibile perché consente di scegliere la durata del deposito, che può andare da tre mesi a dieci anni (questa opportunità non è offerta da tutti).

 

È possibile scegliere, inoltre, sebbene in misura minore anche la porzione di operatività a cui si intende rinunciare. Se tale porzione è alta, si parla di conto deposito vincolato. Se questa porzione è bassa, siamo di fronte a un conto deposito libero. Il primo è molto più redditizio del secondo.

Una volta che si è compreso come funzionano i conti deposito, è possibile scegliere l’offerta più adatta. I simulatori online sono in grado di dare un prospetto dei rendimenti, ma vanno considerati anche altri fattori. In primo luogo, la reputazione della banca. In linea di massima, si evidenzia che gli istituti più piccoli e meno famosi offrono rendimenti più elevati.

Ciò non vuol dire che la scelta dovrebbe ricadere su di loro. Anche perché, ciò va specificato, il conto deposito è un prodotto sicuro, ma non così sicuro da mettere in secondo piano i discorsi circa le qualità della banca. Il consiglio è quindi quello di rivolgersi a istituti di una certa solidità, anche a costo di vedere in tasca qualche decimale in meno.

Come funzionano i conti deposito? Se vuoi essere sempre aggiornato sulle opportunità più convenienti, continua a seguire  conto-deposito.it

 

Confronta Migliori Conti Deposito