Conto deposito vincolato rischi

Conto deposito vincolato rischi: tutto quello che devi sapere

Quando si progetta d’investire e tutelare i propri risparmi si considera il conto deposito come un riferimento molto importante e meritevole di un approfondimento. A tal proposito è bene informarsi anche su conto deposito vincolato rischi.

Cos’è un conto deposito

Prima di capire quali sono conto deposito vincolato rischi vediamo le caratteristiche principali di questo strumento d’investimento. Il conto deposito è un’alternativa utile per investire i propri soldi – aprirlo significa avere la possibilità di effettuare molte meno operazioni rispetto a quelle disponibili con il conto tradizionale – immobilizzandoli per un lasso di tempo variabile.

Si può scegliere tra conto deposito libero e conto deposito vincolato. Nel caso del conto deposito libero le somme possono essere ritirate in qualsiasi momento, mentre con il conto deposito vincolato è necessario, come è chiaro dal nome stesso del prodotto, rispettare un vincolo temporale che può andare dai 3 ai 60 mesi a seconda della scelta del titolare.

Se si ritirano le somme vincolate prima della scadenza è possibile incassarle remunerate al tasso base.

Quali rischi per il conto deposito vincolato?

Conto deposito vincolato rischi quali sono? La risposta a questa domanda ci porta a parlare dell’esistenza del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che garantisce la tenuta di tutti i conti con una giacenza inferiore a 100.000€.

 

Questo significa che il conto deposito vincolato si configura come un prodotto sicuro, adatto anche ad investimenti di portata media e grande.

Tassazione del conto deposito: ecco cosa sapere

Nel novero di conto deposito vincolato rischi è possibile ricordare anche un contro non indifferente come la tassazione. Oltre all’imposta di bollo, i conti deposito sono caratterizzati alla presenza di un’aliquota del 26% sulle giacenze (prima dell’approvazione del decreto Renzi si parlava del 20%).

Questo trattamento fiscale rende il conto deposito un’opzione senza dubbio sicura per investire, ma anche molto più costosa rispetto ad altri prodotti.

Come scegliere un conto deposito

Dopo aver dato informazioni in merito a conto deposito vincolato rischi non resta che fornire qualche indicazione per scegliere al meglio il conto. La prima cosa da fare è il controllo, grazie ai numerosi comparatori disponibili sul web, del guadagno netto associato a un determinato periodo temporale di vincolo.

Solo in questo modo è infatti possibile avere un’idea iniziale della convenienza del prodotto. In secondo luogo è utile controllare il tasso lordo, il tasso effettivo e il tasso a regime, così come la presenza di un’imposta di bollo da versare in sede di apertura del conto deposito.

Il conto deposito è caratterizzato da interessi maggiori rispetto a quelli legati a un conto corrente tradizionale, ma è consigliabile sceglierlo tenendo gli occhi aperti sulle spese complessive, onde evitare di trovarsi, alla fine del periodo di vincolo, con una remunerazione decisamente più bassa del previsto.

 

Confronta Migliori Conti Deposito